(FRIR-11) Audit di sicurezza (safety audit) al SGS-PIR

Categoria Costo
Data di inizio su richiesta Durata 8 ore (1 gg)
DestinatariAziende settore GPL e GPL uso areosol
Descrizione

audit_sicurezzaIl Comitato supporta le Aziende GPL (e GPL uso aerosol) in audit di sicurezza rivolti al miglioramento del SGS-PIR, il Sistema di Gestione della Sicurezza prevenzione degli incidenti rilevanti realizzato in conformità al D.Lgs. 105/15, da attuarsi nelle aziende a RIR (a Rischio di Incidente Rilevante, ricadenti nel campo di attività delle Direttive Seveso).

Nel settore dei GPL tale SGS deve essere attuato anche nelle Aziende commerciali “sotto soglia”, cioè le Aziende con uno stoccaggio di GPL inferiore alle 50 ton (la soglia di ingresso negli obblighi espressi dalle Direttive Seveso), in relazione alle indicazioni del D.Lgs. 128/06: “Riordino della disciplina relativa all’installazione e all’esercizio degli impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL, nonchè all’esercizio dell’attività di distribuzione e vendita di GPL in recipienti, a norma dell’articolo 1, comma 52, della legge 23 agosto 2004, n. 239“.

L’audit viene realizzato nell’ambito di 3 fasi di lavoro, quali:

1) visione preliminare dei documenti costituenti il SGS-PIR aziendale (necessario loro invio al Comitato prima del sopralluogo, per una nostra visione preventiva);

2) sopralluogo (di 1 giorno) presso lo stabilimento GPL, per acquisire evidenze documentali ed operative e per un confronto con il RSGS locale,

3) successiva realizzazione del report conclusivo.

Nella giornata svolta presso lo Stabilimento GPL, durante la quale viene ovviamente chiesta la presenza di coloro che gestitscono il SGS-PIR in deposito, viene normalmente operata:
* condivisione sui rilievi emersi dalla nostra precedente visione del SGS-PIR, anche alla luce dei verbali delle ultime ispezioni condotte in Azienda da parte di organi di controllo;
* sopralluogo sull’impianto (“safety walk”);
* una verifica generale delle procedure e del livello di attuazione del SGS-PIR aziendale;
* verifica del Piano di Emergenza Interno (PEI) ed eventualmente una simulazione “in bianco” circa le procedure di gestione delle emergenze;
* verifica circa il livello di svolgimento e registrazione delle manutenzioni.

L’attività di audit qui proposta mira proprio a verificare lo stato di completezza, aggiornamento ed attuazione del SGS-PIR in Stabilimento, migliorando il livello formativo delle forze umane aziendali ed il livello di efficacia del SGS-IR nella prevenzione degli incidenti rilevanti (preparando così l’Azienda ad una miglior performace durante le ispezioni esterne).

Tale contenuto generale verrà necessariamente adattato sulla base delle specifiche necessità dell’Azienda, la quale potrà richiedere la contestuale erogazione di momenti di IFA (Informazione, Formazione ed Addestramento) o di aggiornamento dell’IFA sulla base delle proprie eventuali necessità.

Per maggiori dettagli si prega di contattare la Segreteria del Comitato Tecnico: info@ctpgpl.it – 02/876210

Note

Costo per partecipante, IVA esclusa.

Modalità di pagamento: bonifico bancario anticipato a favore del Comitato Tecnico Professionale GPL. Seguirà regolare fattura.

iscrizioni

Contattaci chiudi